Il giorno dopo l’omicidio della scuola materna di Scampia, a Napoli si continua a morire ammazzati. L’ultimo a cadere sotto i colpi dei sicari è un uomo di 40 anni, freddato all’uscita di un caseificio di Calvizzano, a pochi chilometri da Scampia. La vittima è stata identificata dopo tempo – non aveva con sé i documenti e perché il suo volto è stato completamente sfigurato dai proiettili: si tratta di Luigi Felaco, con precedenti per riciclaggio, e nipote di Angelo Nuvoletta, potente boss di Marano  di Andrea Postiglione