Nell’ultimo giorno della campagna per le primarie del centrosinistra, Matteo Renzi pronuncia la parola “destra”, dopo l’accusa di Bersani che ieri dichiarava: “Gli avversari li avremo da destra e vorrei che il mio contendente ogni tanto pronunciasse questa parole”. E il sindaco di Firenze, stimolato dai cronisti, lo accontenta: “Se vinciamo noi la destra la sconfiggiamo, questa è la differenza. Così smettiamo di dirlo e iniziamo a mandarla all’opposizione. Se vinciamo noi la destra va all’opposizione”  di Luigi Franco