Dalla sua Varese il leader del Carroccio, a colloquio con Vittorio Feltri, torna a parlare di elezioni: Ok a patto con il Pdl per la Lombardia, ma corsa solitaria della Lega alle politiche. I due sono andati giù duri sul governo definito “antidemocratico” e  sul premier Monti che è il “maggiordomo della Merkel”. Parole di stima all’indirizzo di Giulio Tremonti. Il segretario dei lumbard si dice pronto ad accoglierlo come assessore al Bilancio al Pirellone. Alla fine il segretario della Lega ha espresso apprezzamento per le primarie del centrosinistra, rispondendo però con una battuta alla domanda di Feltri su chi avrebbe votato tra Renzi e Bersani: “penso che avrei votato per Vendola”  di Alessandro Madron