La Guardia di Finanza di Modena ha scoperto un falso cieco che guidava l’auto e osservava le vetrine dei negozi. Le Fiamme Gialle già nel luglio scorso avevano individuato un modenese che percepiva la pensione d’invalidità dal 2005, risultando cieco al 100%. Durante le indagini il falso cieco e’ stato ripreso dai militari mentre guardava le vetrine dei negozi o guidava la propria auto, senza apparenti problemi.

Per questo l’uomo era stato denunciato all’Autorità Giudiziaria modenese la quale ha disposto il sequestro del saldo dei conti correnti del truffatore, per un totale di 67.000 euro, importo equivalente al totale delle indennità indebitamente percepite dallo Stato, circa 900 euro al mese a partire dal 2005. Da ulteriori controlli, i militari della finanza hanno scoperto un altro falso cieco a Vignola.

Si tratta di un pensionato di 67 che, pur risultando ufficialmente cieco al 100%, anche questo dal 2005, dalle riprese filmate appare in grado di giocare a carte al bar con gli amici, passeggiare tranquillamente lungo strade interessate da un intenso traffico, senza la necessità di alcun ausilio. L’uomo, denunciato per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, risulta aver percepito indebitamente, a partire dal 2005, un’indennità mensile di oltre 1.000 euro e ora rischia la condanna alla reclusione da 1 a 5 anni. Ed anche in questo caso la Procura di Modena, su richiesta delle Fiamme Gialle, ha disposto il sequestro preventivo dei conti correnti intestati al falso cieco, per un totale di 92.000 euro, importo equivalente alle indennità complessive indebitamente percepite dallo Stato, oltre 1000 euro al mese a partire dal 2005.