In arrivo un nuovo sciopero dei trasporti che coinvolgerà mezzi pubblici (metro, tram e bus), treni, aerei e collegamenti marittimi nelle giornate di giovedì 29 e venerdì 30 novembre.

Mezzi Pubblici: l’Autorità di garanzia sugli scioperi ha chiarito che l’agitazione proclamata dal Cub riguarderà soltanto le città di Milano, Monza, Brianza, Genova e Varese. Per l’intera giornata di giovedì 29, autobus, tram e metropolitane sono a rischio, con fasce garantite stabilite nelle singole città. Nelle relative province, sarà effettuato il servizio extraurbano dalle ore 21 alle ore 23.59. Inoltre, la Filt-Cgil ha proclamato uno sciopero del trasporto urbano di 4 ore a Tivoli. In Emilia Romagna, invece, la sigla Usb ha proclamato uno sciopero dei mezzi pubblici urbani di 24 ore con fasce di garanzia a Reggio Emilia e di 4 ore a Bologna e Ferrara. “Allo stato – ha sottolineato l’Autorità – nessun’altra parte del territorio nazionale sarà interessata da scioperi del trasporto pubblico locale”.

A Milano l’agitazione dell’Atm è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Vista la concomitanza con l’inizio dello sciopero ferroviario, previsto dalle ore 21, la linea 924 (Segrate-Lambrate FS) e la linea 121 (San Giuliano Milanese-San Donato) effettueranno, a partire da quest’orario, servizio regolare. L’Area C sarà sospesa per l’intera giornata di giovedì, resterà invece attivo il divieto di accesso e circolazione all’interno della Ztl Cerchia dei Bastioni per i veicoli di lunghezza superiore ai 7,5 metri, dalle 7.30 alle 19.30. Il ticket di ingresso alla Cerchia dei Bastioni tornerà regolarmente attivo da venerdì.

Treni: a rischio dalle 21 di giovedì alle 21 di venerdì. Le regioni Emilia Romagna e Campania sono escluse dallo sciopero. Il Gruppo Ferrovie dello Stato rende noto che non si prevedono particolari ripercussioni sulla circolazione dei treni e che, per quanto riguarda il trasporto locale, sono garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie 6-9 e 18-21.

Aerei: voli a rischio per tutta la giornata di venerdì 30. Qui l’elenco dei voli garantiti dall’Enav

Collegamenti Marittimi: i collegamenti marittimi con le isole minori saranno a rischio per l’intera giornata del 30 novembre. Mentre quelli con le isole maggiori dalle ore 8 del 30 novembre alle ore 8 del 1° dicembre (esclusi trasporti regione Campania).

Infine, anche nei giorni successivi sono previsti disagi nel trasporto pubblico locale, l’Atac di Roma ha annunciato un’agitazione indetta dalla sigla sindacale Sul per lunedì 3 dicembre. A Torino, lo sciopero del GTT sarà sabato 1° dicembre, per un’agitazione di 24 ore indetta dalle organizzazioni sindacali FAISA CISAL e FAST CONFSAL. Qui le modalità.

aggiornato da Redazione Web ore 18 – 28 novembre 2012