“Siamo qui a manifestare il nostro dissenso al fatto che il Comune abbia dato il consenso all’ennesima marcetta fascista”. Così Francesco Polcaro dell’Anpi Roma che assieme a un migliaio di attivisti è sceso in piazza contro il corteo di Casa Pound del pomeriggio, a piazza Vittorio a Roma. Assieme all’Associazione partigiani i centri sociali romani e i partiti della sinistra dopo il presidio i manifestanti si sono mossi fino al Colosseo. Il corteo si è pian piano gonfiato fino ad arrivare a 15-20mila persone. Nessun incidente. “Un risultato l’abbiamo già ottenuto – dice Cristiana di Acrobax – che i neofascisti siano stati costretti a manifestare lontano dal centro nel ‘quartiere bene’ della città. E sfilare contro l’austerità nelle vie dello struscio ha un che di ridicolo”  di Lorenzo Galeazzi