“Devono fare una cosa di 15 secondi sulla legge elettorale”. Così il senatore Pdl si giustifica per l’intervento senza domande sul giornale di Rai Uno. Sulla proposta, Gasparri afferma che non è una legge contro il Movimento 5 stelle: “E’ per consentire la governabilità, nel rispetto di quello che ha detto la Corte Costituzionale. Nel passato era scontato raggiungere certe soglie, oggi che c’è più frammentazione è indispensabile collegare il premio al raggiungimento ad un certo tetto di consenso, sennò uno col 30% si può trovare il raddoppio dei seggi”  di Manolo Lanaro