“Tutti i giorni mangiamo pane e
 primarie”. Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, in visita al Politecnico di Milano, ha risposto così alle polemiche su una 
candidatura di Umberto Ambrosoli in Lombardia senza passare dalle primarie
 regionali del centrosinistra. “Le primarie – ha aggiunto – sono uno strumento
di partecipazione che va valutato politicamente
 dai contraenti, che non sono solo il Pd”. Secondo Bersani, la candidatura di Ambrosoli “corrisponde già a quel certo
 allargamento che noi chiediamo con le primarie nazionali del
centrosinistra”. Il segretario ha poi sottolineato l’importanza di far partecipare
strati ampi della popolazione anche non legati direttamente alla
 politica e ha espresso soddisfazione per la candidatura di
 Ambrosoli: “Vogliamo essere il primo grande partito di
questo Paese ma anche un’infrastruttura al servizio di forze
più grandi”  di Luigi Franco