Il maltempo continua a imperversare su tutto il Paese causando gravissimi danni e mietendo vittime. A Venezia l’acqua alta si è rivista questa notte con una punta massima di 1 metro e 43 centimentri. Allagamenti, alberi abbattuti per il forte vento e danni alla colture sono stati segnalati sia in Ciociaria che nel Salento, dove due coniugi sono stati tratti in salvo a causa dell’allagamento di un sottopasso. E nei prossimi giorni una nuova perturbazione interesserà tutta l’Italia con rovesci intensi sulla Liguria e sulla fascia prealpina, escludendo solo Campania, Sicilia e Sardegna.

UNA VITTIMA A GAETA  – La prima vittima causata è di questa notte: in provincia di Latina un’anziana è morta in seguito a un incidente a Formia, mentre era in auto con il marito. Le ricerche dell’anziana sono andate avanti per ore la notte scorsa. I coniugi sarebbero finiti prima contro il cancello di un’abitazione nella zona di via Canzatora, e poi sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo: l’uomo, rimasto incastrato dentro il mezzo, dopo essere stato estratto dai vigili del fuoco di Gaeta è stato trasportato in ospedale dei sanitari del 118. Della donna, G.C. di 82 anni, all’inizio nessuna traccia: i vigili del fuoco non sono riusciti a lavorare anche a causa del livello dell’acqua nella zona, circa un metro e mezzo. Il corpo privo di vita dell’82enne è stato trovato intorno alle 2.15 in un vigneto allagato attiguo alla zona dell’incidente. 

ALLAGAMENTI NEL SUD SALENTO, SALVATA UNA COPPIA – Disavventura finita bene invece per due coniugi a Lecce. Nella notte, mentre viaggiavano su un piccolo Suv, i due sono rimasti bloccati in un sottopassaggio completamente allagato a causa delle forti piogge. La coppia stava rientrando in albergo quando ha imboccato il sottopasso invaso dall’acqua, nonostante fosse presidiato da un sistema elettromeccanico di sicurezza. Sul posto sono giunti polizia e vigili del fuoco. Nessuna conseguenza per i due. Molti danni invece in provincia per gli allagamenti negli scantinati e nelle campagne, con difficoltà nella circolazione stradale e alberi abbattuti. Gravi danni alle colture sono segnalati soprattutto nel Sud Salento e in particolare a Taviano, Racale, Ugento, Alliste e Casarano. Registrati anche vari black out e nella periferia di Lecce è anche crollata parte di una vecchia abitazione rurale disabitata.

FORTI PIOGGE NEL FRUSINATE  E NEL SALERNITANO – Molti i disagi in Ciociaria. Il nubifragio di queste ore ha allagato cantine e numerose case, con strade inondate d’acqua. La situazione più complicata si sta registrando ancora tra Frosinone, Ceccano e Pontecorvo, già colpite dall’emergenza dello scorso fine settimana. Molte le richieste d’intervento al comando provinciale dei vigili del fuoco. I pompieri sono impegnati con più squadre per fronteggiare la situazione.

Altrettanto grave la situazione nel salernitano, a Nocera Inferiore, dove dieci famiglie sono state costrette precauzionalmente ad abbandonare le proprie abitazioni. Altre evacuazioni  a Sant’Egidio del Monte Albino e a San Marzano sul Sarno per gli allagamenti registrati soprattutto nei vani al pian terreno. A Nocera Inferiore il torrente Solofrana, affluente del fiume Sarno, ha rotto gli argini.

DOMENICA NUOVA PERTURBAZIONE – Da oggi e fino alla mattina di sabato è prevista una tregua del maltempo, con temperature miti fino a 18-19° nelle aree più soleggiate; il vento sarò ancora forte e ci saranno mareggiate sul mar Ligure. Torneranno le nebbie sulla val Padana, anche fitte lungo il Po dal Piemonte al basso Veneto. Il sole durerà comunque poco. Una nuova perturbazione raggiungerà il nord-ovest sabato sera e si estenderà entro domenica al resto del nord, del centro fino alla Campania, Basilicata e Puglia, risparmiando solo in parte la Calabria, la Sicilia e la Sardegna. Tornerà l’acqua alta a Venezia e una particolare allerta è segnalata per la Liguria di levante e sulla fascia prealpina, dove si attende lo scioglimento della neve sotto i 2.000 metri con conseguente notevole afflusso d’acqua verso i fiumi già colmi per le precipitazioni cadute nei giorni scorsi. Le piogge continueranno fino a lunedì.