Skip to content


Sei in: Il Fatto Quotidiano > Scienza > Nanoparticelle,...

Nanoparticelle, in Usa sviluppata tecnica per legare piccole molecole

Lo studio dell'Università di New York permette così di realizzare e manipolare precise composizioni di particelle in forme che non esistono in natura. In questo modo potrebbe essere possibile realizzare materiali con proprietà ancora sconosciute e con applicazioni in moltissimi campi dall'ottica alla biologia

Nanoparticelle, in Usa sviluppata tecnica per legare piccole molecole

Trasformate nanoparticelle in ‘mattoncini’ per costruzioni. Un gruppo di ricercatori statunitensi coordinati dall’Università di New York ha sviluppato una tecnica per legare a piacimento piccole molecole. Lo studio, pubblicato in copertina sull’ultimo numero di Nature, permette di realizzare composti che non esistono in natura e con applicazioni in numerosi campi, dall’ottica alla biologia. Inserendo minuscoli filamenti di Dna su piccole particelle disperse in un liquido, i ricercatori sono riusciti a ideare un nuovo metodo per far interagire tra loro le particelle e farle legare in maniera ordinata.

Riuscendo a sviluppare nelle nanoparticelle le proprietà di specificità e direzionalità, lo studio ha permesso di superare la difficile sfida di riuscire a controllare i meccanismi per legare piccole particelle in maniera analoga agli atomi. La distribuzione delle cariche elettriche permette agli atomi di avere dei ben definiti siti dove legarsi agli altri atomi mentre nelle nanoparticelle, costituite da più atomi, ciò avviene in maniera disordinata. Per superare questo problema, i ricercatori statunitensi sono riusciti a creare sulle nanoparticelle delle piccole sporgenze adesive grazie all’inserimento di filamenti di Dna. Determinando la combinazioni di basi del filamento è infatti possibile far aderire perfettamente due tratti complementari di Dna, facendoli combaciare come i mattoncini per costruzioni. Lo studio permette così di realizzare e manipolare precise composizioni di particelle in forme che non esistono in natura. In questo modo potrebbe essere possibile realizzare materiali con proprietà ancora sconosciute e con applicazioni in moltissimi campi.


Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo thread. Ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7 e che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500. E' necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic. Per alcuni giorni, a causa di ragioni tecniche, tutti commenti andranno in pre moderazione. Inoltre, chi posterà più volte lo stesso commento (anche se con parole diverse) verrà segnalato. Ti avvisiamo che verranno pubblicati solo i commenti provenienti da utenti registrati. La Redazione