Ecco la palazzina in via Lavinio a Cecchina, frazione di Albano Laziale (in provincia di Roma), dove Mariano Apicella ha vissuto con la famiglia dal 2002 fino a giugno 2011, quando l’Immobiliare Dueville l’ha acquistata al prezzo di 313mila euro. Dietro alla società c’è la longa manus di Silvio Berlusconi, proprietario della cassaforte immobiliare che nello stesso periodo ha comperato altre 4 proprietà tra cui la casa di Danilo Maraini, il pianista di Arcore che insieme al menestrello napoletano sono testimoni a Milano nel processo Ruby. L’ex casa di Apicella è un ultimo piano con mansarda di 100 mq in una palazzina in cortina. Ma i valori di mercato non giustificano l’importo sborsato dal Cavaliere vista la crisi del mattone e la tipologia dell’appartamento, accatastato come popolare. Grazie a questo generoso favore, Apicella è riuscito a coronare il suo sogno: acquistare una villa di 150 mq su due piani a pochi km da quella in via Lavinio. Questa nuova proprietà si trova nel complesso residenziale Altavista ad Albano, una meravigliosa collina con vista sui Castelli romani. Prezzo di mercato: oltre 450mila euro. Intanto mentre Mariano Apicella in tribunale assicura di non avere mai visto Silvio Berlusconi “allungare le mani” sulle sue ospiti, i tre cagnolini del cantante napoletano scorazzano nel giardino della villa acquistata grazie all’affare concluso con Berlusconi  di Patrizia De Rubertis e Manolo Lanaro