Se hai capito che viviamo in una società “usa e getta” che sta creando un sacco di inquinamento in cambio di finte comodità, è tempo non solo di cambiare le proprie abitudini, ma anche di entrare in azione. È quanto in sostanza comunica la campagna “Porta la sporta”. Che, da qualche mese, sta cercando di andare oltre la mera critica.

Alla competizione nazionale “Sfida all’Ultima Sporta”, di cui vi avevamo raccontato a giugno, sono 14 i comuni ammessi. Ora, questi cercheranno di convincere un totale complessivo di 170.000 cittadini ad impegnarsi a tagliare il consumo dello shopper usa e getta per un periodo di sei mesi. Si potrà così affermare davvero che ogni azione conta, perché il comune che registrerà più acquisti effettuati nei negozi aderenti senza consumo di sacchetti usa e getta nell’arco di sei mesi – dal 1 novembre 2012 al 30 aprile 2013 – si aggiudicherà il premio di 20.000 euro offerto complessivamente da tre sponsor.

L’indice di raccolta differenziata dei partecipanti supera il minimo richiesto per poter partecipare alla competizione (60% al 2011), collocandosi da un minimo del 64% ad un massimo dell’82%. I comuni intenderanno utilizzare un eventuale premio in vari modi: si va da progetti di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici locali a progetti che prevedono la riduzione del consumo di plastica all’interno di scuole e mense.

I 14 comuni che sono stati ammessi rappresentano le regioni più riciclone, come Veneto e Lombardia, entrambe con 4 comuni partecipanti: Chiampo (Vi), Noventa (Pd), Rubano Pd), Teolo (Pd), Inzago (Mi), Vanzago (Va), Caronno Pertusella (Va) , Vaprio D’Adda (Mi). Seguono l’Emilia Romagna e il Friuli Venezia Giulia con due comuni, Nonantola (Mo) e Sorbolo (Pr) la prima e Prata (Pn) e Azzano Decimo (Pn) la seconda. E per finire Piemonte e Marche, rappresentati da Santena (To) e Corridonia (Mc).

Mentre per la Sfida tra comuni fervono già i preparativi, resta ancora aperta, sino al 30 ottobre, l’iscrizione al premio nazionale, pari a 3.000 euro, per Sfida all’ultima Sporta nelle Scuole. Possono partecipare scuole di tutta Italia, dal 1 al 31 novembre 2012che coinvolgano squadre con un minimo di 250 unità per squadra partecipante. Le squadre possono essere formate da ragazzi che frequentano gli istituti scolastici di un comune che gareggiano con squadre di altri comuni, oppure da ragazzi di un istituto scolastico che gareggiano contro un altro istituto della stessa città. Il tutto sempre disincentivando i sacchetti monouso.

Tutti i dettagli sull’iniziativa, per chi volesse maggiori informazioni, si possono trovare sul sito di Porta la Sporta.

(Ringraziamo per questa segnalazione Silvia Ricci, Referente Campagna “Porta la Sporta”)