In attesa che questa sera si riunisca il vertice della Lega Nord per ribadire lo sconcerto di un partito nato “per combattere mostri come la ‘ndrangheta”, il leader del partito Roberto Maroni non risponde alle domande del fattoquotidiano.it. Anzi, allontana microfono e telecamera con un gesto di stizza. A commentare l’arresto dell’assesore Zambelli per voto di scambio con la ’ndrangheta è Mario Borghezio, europarlamenatre del Carroccio. “Questa sera – dice – ci sarà una riunione starordianaria dei leghisti lombardi. Per noi è sempre il territorio a decidere. Lo sporco che c’è nelle Regioni – prosegue Borghezio – va pulito non con la ramazza, ma con il lanciafiamme. Bisogna continuare a manterene la Lega pulita, come è sempre stata”  di Manolo Lanaro