Violenza sessuale di gruppo aggravata ai danni di una minorenne. E’ questa l’accusa con cui la squadra mobile di Trapani su richiesta del pm di Marsala Dino Petrealia ha arrestato la direttrice di un istituto doposcuola e un bidello.

La preside e il bidello lavorano all’Istituto “Rubino” di Marsala che si occupa di assistere anche studenti disagiati, su segnalazione del Tribunale dei minori di Palermo. Gli abusi, cominciati nel 2004 quando la vittima aveva appena 14 anni, sarebbero proseguito fino al 2009.

Secondo le indagini della polizia la ragazzina, che frequentava il doposcuola, sarebbe stata invitata in diverse occasioni dalla preside dell’istituto nella sua stanza dove si trovava anche il bidello. Entrambi avrebbero abusato sessualmente della minore. La vicenda è venuta alla luce dopo che la studentessa, oggi maggiorenne, ha confidato le violenze ad un amico di famiglia che ha informato la polizia. Gli investigatori si sono avvalsi della collaborazione dei servizi sociali del Comune di Marsala, che hanno fornito “elementi utili alle indagini”. Gli indagati sono stati posti agli arresti domiciliari.