“Da ‘Report‘ di ieri sera, avrete visto i politici che si mettono davanti la telecamera e fanno dichiarazioni senza essere intervistati. Questo modo di fare informazione va sradicato”. Roberto Natale, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, all’improvviso si “accorge” di un certo modo di fare giornalismo (tipico di alcuni suoi colleghi cronisti della Rai): il soliloquio del politico o del potente di turno. Una pratica più e più volte denunciata da ilfattoquotidiano.it e, fortuna, cominciano ad accorgersene anche altre testate. “Questa è una malattia nata e cresciuta nell’emittenza pubblica e privata, una volta tanto la colpa non è dei politici, la colpa è di noi giornalisti e dei responsabili delle nostre aziende televisive, ne approfitto – continua Natale – per chiedere al nuovo vertice del servizio pubblico Rai, che vuole dare un segno di discontinuità, imponga alle redazioni giornalistiche di non usare più le dichiarazioni raccolte. I giornalisti – afferma – facciano le domande, ascoltino le risposte e se necessario, magari, facciano anche la seconda domanda”  di Manolo Lanaro