Come promesso. Vi devo delle risposte. Comincerei con Alex992, che scrive “ci faccia ridere semplice è questo il suo lavoro”. Purtroppo non sono un comico. C’è sempre questo piccolo malinteso. Capisco sia sottile la differenza. Ma l’intrattenimento non è comicità. Comunque  – se vuole – può saltare tutto quello che segue e leggere solo le ultime righe. 

L’idea di scrivere un blog sui lettori de “Il Fatto” la trovo meravigliosa ma, tra i tanti difetti, non mi appartiene quello di rubare le idee degli altri.

Il messaggio che mi ha più colpito, comunque, è quello di Diego: “Tutto ciò che proviene da Mediaset è spazzatura“. Le rispondo volentieri (ed indirettamente rispondo anche a Davide). Vede, Diego, forse non si rende conto che lei è la dimostrazione di una delle vittorie più schiaccianti di Berlusconi. L’estremizzazione del confronto politico. Ho lavorato a Mediaset per dieci anni. Ho incontrato lì alcune delle persone migliori che abbia mai conosciuto in vita mia. Si stupirebbe nel sapere in quanti, tra i tanti che lavorano lì, siano – politicamente – anti berlusconiane dalla prima ora. Cosa della quale non hanno mai fatto mistero. Quando abbiamo pensato che a Mediaset la nostra esperienza fosse arrivata al termine, abbiamo salutato e ci siamo cercati un’altra collocazione (sì: non lavoriamo più lì dal 2008). Quando siamo andati a lavorare a “Parla con me” con Serena Dandini su Rai Tre, abbiamo ricevuto messaggi identici al suo, Diego, solo a parti invertite (“Tutto quello che è a Rai Tre è immondizia”).

Non capisco bene perché, e lo chiedo anche all’altro lettore che diceva “ci manca solo il Gabibbo”, se uno ha qualcosa di interessante, divertente, utile da dire non abbia dignità di comunicarla. Chi conferisce “la patente di autorevolezza”? E se il Gabibbo scrivesse delle cose meravigliose perché non dovrebbe tenere un blog? Sarei il primo ad esserne stupito (e in un certo senso infastidito) ma se, per dire, Capezzone scrivesse un libro meraviglioso, lo comprerei. Ho esagerato: lo fotocopierei, via.

Per Marco: la devo contraddire. Noi tre, personalmente, abbiamo fatto tantissimi pezzi su Berlusconi. Li trova su YouTube. Tra le tante cose, gli abbiamo riso in faccia, abbiamo interrotto un suo comizio, abbiamo urinato
sullo zerbino della sede dell’allora Forza Italia per protestare contro le affissioni abusive che deturpavano Roma. Ma Le Iene (almeno noi abbiamo avuto sempre questa visione) è un varietà, non una trasmissione d’informazione. Noi non siamo giornalisti d’inchiesta. Qualcuno di noi lo era (Alessandro Sortino, per dire). Non noi. Forse dovrebbe girare questa domanda a chi di lavoro fa il giornalista e – pur avendone la possibilità e la competenza – non accetta il suo consiglio.

E torniamo al primo commento. Alex 992, secondo me, questa è la migliore della settimana: “Se avvicini l’orecchio ad un’ostrica senti il rumore della Regione Lazio”.