Il governo è troppo algido sul sociale e sul ruolo dei Comuni per la ripresa economica. Come facciamo a rispondere al tema sociale, se il fondo sociale non c’è più?”. A chiederselo è Pier Luigi Bersani, il segretario del Pd, durante un convegno avuto con i sindaci del suo partito. “Io, spiega Bersani, capisco che tagliare alle amministrazioni comunali è la cosa più semplice, ma in questo modo non si lavora per la ripresa”. Il leader dei democratici dice che i Comuni devono diventare lo strumento per superare la crisi visto che in lontananza continuano a vedersi solo nubi”. Secondo Bersani la situazione “è molto complicata perché purtroppo quel famoso spiraglio nella crisi non c’è ancora, mentre stanno accelerando gli elementi di recessione, di disoccupazione e del calo dei consumi”. Secca la chiosa contro il governo. “La credibilità e il rigore che Monti ha raffigurato nel mondo – ha concluso Bersani – sono e devono essere per noi un punto di non ritorno. Noi dovremo metterci dentro più lavoro e più equità”  di Tommaso Rodano