Emilio Fede, l’ex direttore delTg4, imputato a Milano con Lele Mora e Nicole Minetti nel processo caso Ruby bis, perde uno dei suoi difensori. Nadia Alecci, legale storico del giornalista, prima dell’estate ha revocato il mandato. Il giornalista, l’ex agente delle star – da poco tornato libero – e la consigliera regionale erano stati rinviati a giudizio lo scorso autunno con l’accusa di induzione e favoreggiamento della prostituzione. Da allora si sono costituite parti civili alcune delle ragazze invitate alle cene di Arcore e sono state celebrate diverse udienze in cui i testimoni hanno raccontato quello che avveniva alle “cene eleganti” organizzate da Silvio Berlusconi. 

Della rinuncia al mandato di Nadia Alecci si è saputo però solo oggi, a quattro giorni dalla ripresa del dibattimento prevista per venerdì prossimo. A difendere Fede, per quel che si sa, è rimasto solo l’avvocato Gaetano Pecorella, che assiste l’ex direttore anche nell’inchiesta per la bancarotta della Lm Management, la società fallita dell’ex agente dei vip. La difesa di Fede, sin dall’udienza preliminare, aveva chiesto sia l’archiviazione che il proscioglimento