“Io penso che sia una porcheria aver candidato Nicole Minetti. E che sia una porcheria anche il fatto che, dinanzi all’invito del segretario politico Alfano a dimettersi, lei non si dimetta“. Così, ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio 24, Franco Frattini commenta l’esibizione del consigliere della Regione Lombardia in bikini alla Settimana della moda di Milano. “Sono stati gli errori di selezioni delle candidature” – continua – “errori che non dovremo più rifare”. Il deputato Pdl esprime anche la sua opinione sul caso Fiorito. “Non credo che questa vicenda si risolva a colpi di dimissioni della Polverini” – afferma – “Lei deve continuare, se ha il coraggio di fare tutte quelle cose che ha annunciato di voler fare, e anche qualcosa in più. Non pensi però solo di ‘rifarsi il trucco’“. Frattini invoca una legge anti-corruzione e, come avviene per i reati di mafia, la confisca dei proventi illeciti ottenuti dai politici, in modo che affluiscano direttamente nelle casse dello Stato. E aggiunge: “Ho parlato di ‘abisso di immoralità’ e non credo di essere stato eccessivo. Questa immoralità è radicata nelle amministrazioni territoriali perché ognuno copre l’altro. Questi sono dei ladri di polli, rubagalline“. Riguardo alla situazione interna al Pdl, il politico si augura una discussione programmatica seria, proprio come sta avvenendo nel Pd tra Renzi e Bersani. “Io vorrei un dibattito politico sui contenuti, non tra ex AN e ex Forza Italia” – conclude  di Gisella Ruccia