“Possiamo dire che ci sono aree in Lombardia dove il controllo mafioso del territorio è assimilabile a quello di Campania, Sicilia e Calabria” così Francesco Forgione, ex Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, fotografa al situazione delle mafie nel nord Italia. E continua: “La politica dovrebbe aprire un dibattito pubblico, non fare come lo struzzo che mette la testa sotto la sabbia”. La denuncia di Forgione arriva a poco meno di un mese dall’apertura del processo Minotauro, che si celebrerà al Tribunale di Torino e ha portato allo scioglimento di 2 comuni nel torinese per infiltrazioni ‘ndranghetiste. A guidare le indagini è stato il Procuratore Capo della Repubblica di Torino, Giancarlo Caselli, che dal palco della Festa di Sel ricorda come fu lo stesso Forgione nel 2008 a lanciare l’allarme sulle infiltrazioni mafiose in Piemonte, Lombardia e Liguria  di Cosimo Caridi