Il segretario regionale del Pddell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini non si candiderà in Parlamento alle prossime elezioni.

 Bonaccini, che da tempo sostiene la necessità di primarie per i parlamentari se non cambierà l’attuale legge elettorale ed è dato secondo alcune voci in pole position per la candidatura a sindaco di Modena, lo ha annunciato su Facebook: “Il proliferare quotidiano di candidature rischia di trasformare un formidabile strumento di partecipazione come le primarie in una corsa per sè – ha scritto Bonaccini – Credo, e con me son certo tanti altri iscritti ed elettori, che ciascuno di noi debba impegnarsi al meglio in quel che sta facendo e preoccuparsi meno per quel che vorrebbe fare domani. Questo vale a partire dal sottoscritto: non sarò infatti candidato al le prossime elezioni politiche”.

Questo perchè, ha proseguito, “credo che in questo momento difficile per la nostra regione, che deve affrontare allo stesso tempo la crisi economica nazionale e la ricostruzione post-terremoto, il mio compito sia quello di rimanere dove sono: al servizio del territorio e nel rispetto di chi mi ha votato come segretario e consigliere regionale”. E ha concluso: “Si può essere utili in tanti modi. Per quel che mi riguarda ritengo sia mio dovere continuare a rispondere alla fiducia accordatami da tanti cittadini ed elettori”.