Scommessa azzeccata per Vittorio Grilli. Il ministero del Tesoro per una nuova asta di Bot aveva scelto il giorno della sentenza della Corte Costituzionale tedesca, puntando evidentemente  a un esito positivo. E così è stato: l’Italia in concomitanza con il verdetto ha piazzato sul mercato tutti i Buoni ordinari del Tesoro a tre mesi e a un anno incassando 12 miliardi di euro con tassi d’interesse in picchiata.

Ne dettaglio via XX Settembre ha assegnato 3 miliardi di euro di Bot a tre mesi con un rendimento medio in calo allo 0,7% dallo 0,865 per cento e ha venduto 9 miliardi di euro di Bot a 1 anno con un tasso medio in discesa all’1,692% dal precedente 2,767 per cento.  In particolare il tasso sul Bot a un anno fa segnare il livello più basso dal 13 marzo scorso. In calo, invece, la domanda che per i titoli trimestrali è stata pari a 2,25 volte l’importo offerto, contro le 2,49 dell’asta di maggio, mentre quella per i Bot a un anno è risultata di 1,65 volte contro le 1,69 del mese scorso.