Non più tardi di 48 ore fa la notizia che l’ex sindaco di Salemi, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, era rimasto vittima di una aggressione con una tazza di caffè bollente versatagli addosso da uno sconosciuto, salvo doversi quasi denudare in pubblico per evitare scottature. E’ di oggi la notizia invece che il critico era già nudo quando la cosa è accaduta e che il denunciato è lui e non c’è nessun aggressore.

Il fatto è avvenuto in un agriturismo di Mazzarone, nel catanese, dove Sgarbi si trovava per ritirare un premio per il suo lavoro di critico d’arte e per la sua attività da sindaco di Salemi (che per la verità non gli dovrebbe fare molto onore visto che il Comune è stato sciolto per inquinamento mafioso).

All’indomani del premio dall’entourage di Sgarbi era stata fatta uscire la notizia che l’ex sindaco era stato sorpreso alle spalle, mentre usciva dalla piscina dell’agriturismo dove era ospite, da una persona che dapprima lo aveva colpito alle spalle e poi gli aveva versato addosso del caffè bollente, tentando poi di aggredirlo fisicamente. Oggi la versione dei fatti è cambiata radicalmente: c’è infatti una denuncia alla Procura di Caltagirone, inoltrata dai carabinieri di Mazzarone, che racconta tutt’altro.

Sgarbi risulta denunciato per atti osceni in luogo pubblico. Il critico sarebbe infatti finito in mezzo ad una rissa perché rimasto in mutande davanti agli altri ospiti dell’agriturismo: famiglie, con donne e bambini, dopo aver fatto il bagno con un costume poco adeguato. La cosa questa ha suscitato la veemente reazione dei presenti, e, viene facile immaginare, l’altrettanto reazione, sconsiderata, di Sgarbi che ha continuato a camminare sul bordo piscina, facendosi fotografare.

L’ex primo cittadino non ha voluto dare ascolto alla proprietaria del residence, Marcella Zago, e avrebbe risposto dicendo che non stava facendo nulla di male salvo poi sistemarsi davanti al tavolo di una ventina di persone tenendo la patta del boxer aperta. “Gli era stato fatto notare che quel suo comportamento era offensivo – dice la Zago – e lui ha risposto con insulti”. Sono state le persone che si sono trovate il critico d’arte praticamente nudo davanti a cominciare a protestare, ma ad aggredire sarebbe stato proprio l’ex sindaco di Salemi.