I dipendenti di BBVA Finanza protestano sotto Montecitorio per i tagli al personale che la società, specializzata in credito al consumo del gruppo bancario spagnolo Banco di Bilbao, ha dichiarato di voler fare. Gli esuberi sono 60 (su 137 dipendenti italiani) e la società si dichiara indisponibile al dialogo. “Avevamo detto all’azienda che se il problema era economico ce ne facciamo carico noi dipendenti soprattutto col contratto di solidarietà, siamo partiti da un 5% di riduzione del nostro stipendio e siamo addirittura arrivati a parlare di un 20% in meno; ma l’azienda ci ha risposto picche, perché – spiega Stefano Dedalo, Rappresentante sindacale della CGIL – non è un problema economico, ma è un problema di ricavi. E gli esuberi – continua – riguardano solo gli impiegati, tutti i dirigenti ed i quadri sono stati salvati”. Una lavoratrice ci dice: “Ad aprile sono stati liquidati 350mila euro di buoni produzione, abbiamo lavorato di sabato e fatto straordinari ed ora l’azienda ci viene a dire ‘voi dipendenti andate a casa’, non è giusto”  di Manolo Lanaro