La Vueling ha smentito che il volo proveniente da Malaga e atterrato ad Amsterdam sia stato dirottato. La compagnia aerea low cost spagnola ha spiegato che l’ipotesi del dirottamento era nata da un vuoto nella regolare comunicazione tra pilota e torre di controllo. L’aereo era stato scortato da due F-16, con a bordo un sospetto ostaggio è appena atterrato all’aeroporto Schiphol di Amsterdam. I due F16 erano stati fatti alzare dal ministero della Difesa olandese. Un portavoce della Vueling ha detto che all’origine di tutto c’è stata solo una “incomprensione” tra il pilota e la torre di controllo. 

Le teste di cuoio olandesi – sempre secondo i media locali – hanno circondato l’aereo e si sono preparate ad intervenire, sospettando un possibile dirottamento del velivolo. I 183 passeggeri sono ancora a bordo, ma non ci sarebbe alcun problema: “E’ tutto tranquillo – ha spiegato un passeggero a bordo agli agenti dell’antiterrorismo – Le porte sono chiuse ma non siamo in ostaggio”.

Quando in Olanda si perde il contatto radio con un aereo civile in volo, la procedura prevede l’invio di due F16 per scortarlo. Secondo un portavoce del ministero della Difesa olandese “è sempre così”.