“Uomo da marciapiede” ritorna per le vie di Milano con una ‘provocazione’ ideologica: Destra e Sinistra sono categorie ancora utili a decifrare la politica italiana, e quale significato hanno oggi per gli elettori? Nella maggior parte dei casi, gli intervistati dichiarano di non “sentire” più tali appartenenze, né di individuarle nel sistema dei partiti: troppo desolante lo spettacolo offerto dal ceto politico negli ultimi decenni. “Sono sparite le idee, sopravvivono solo gli interessi, l’attaccamento alla poltrona, la ricerca del potere”, questo è il commento più diffuso. Per molti tuttavia il superamento del conflitto fra modelli alternativi di società è un fatto positivo, che apre spazio al confronto sulle scelte concrete; per altri è solo il segnale della sudditanza nei confronti del potere economico. “Gli ideali politici oggi non sono rappresentati degnamente, ma devono rinascere”, affermano alcuni. “No, si può fare politica senza visioni ideologiche, seguendo il buon senso, con persone e idee nuove, slegate dai vecchi apparati”, ribattono altri  di Piero Ricca, riprese e montaggio di Francesca Martelli
E voi come la pensate? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più