Il Fatto Quotidiano porta la sua iniziativa a sostegno della procura di Palermo nella sede dell’Associazione della Stampa estera, a Roma. “La stampa estera, a differenza di quella italiana, ha un culto del fatto e della notizia – ha spiegato il vicedirettore Marco Travaglio – In questo caso il vero fatto è l’intreccio tra Stato e mafia ma in pochi giorni sui giornali è stato scalzato, con un’abilissima operazione di depistaggio mediatico, dalla falsa notizia, ovvero l’intercettazione del presidente della Repubblica”. In questa vicenda, secondo il direttore Antonio Padellaro, i cronisti del giornale hanno semplicemente svolto il loro mestiere: “L’unica finalità è la ricerca della verità e della giustizia”. All’incontro ha partecipato anche Vittorio Teresi, procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia di Palermo, che ha testimoniato la riconoscenza della magistratura palermitana nei confronti dei lettori che hanno firmato l’appello sul sito del Fatto: “Un consenso così massiccio in così pochi giorni è significativo dell’affetto che la gente nutre per i magistrati che onorano la memoria di Falcone e Borsellino”  di Tommaso Rodano