Dal palco del meeting di Comunione e Liberazione, l’ex magistrato si rifiuta di dare spiegazioni sulle sue parole dei giorni scorsi, quando ha parlato di un “blocco che fa capo a Il Fatto, a Grillo e a Di Pietro” il cui intento, usando i pm come clava politica, sarebbe di attaccare il Quirinale  di Giulia Zaccariello