Un migliaio di persone ha partecipato alla manifestazione indetta dal “Comitato cittadini-lavoratori liberi e pensanti” a difesa degli ultimi provvedimenti decisi dalla magistratura. “Abbiamo il dovere di salvare la città e i nostri figli perché noi siamo dei condannati a morte”, ha detto Aldo Ranieri portavoce del comitato in mezzo agli applausi della folla che ha criticato la decisione del governo di inviare i tre ministri Clini, Passera e Balduzzi: “Vengono per tutelare gli interessi dell’Ilva. Li avremmo voluti qui per i bambini del rione Tamburi intubati in ospedale perché ammalati di tumore”. Da qui l’invito ai suoi colleghi operai dello stabilimento: “Non dobbiamo barattare un posto di lavoro con la salute dei nostri figli”  di Luigi Piepoli