Valentino Rossi piloterà di nuovo una Yamaha. In attesa che il motomondiale si rimetta in azione per il Gran Premio di Indianapolis del 19 agosto, la storica casa motociclistica italiana Ducati fa sapere con una nota che “alla fine del Campionato del Mondo MotoGP 2012 si concluderà il rapporto di collaborazione con Valentino Rossi”. Un rapporto difficile tra il “Dottore”, pluricampione del mondo, e la Ducati che “fa gli auguri al pilota italiano per le nuove sfide che andrà ad affrontare, continuando nel frattempo a mettere in campo tutte le sue energie per condividere un finale di stagione in crescita”. “Le corse fanno parte del DNA Ducati da sempre e, mai come in questo momento, sono parte integrante dello sviluppo del prodotto e del brand di Borgo Panigale, tutto questo in completo accordo con Audi che condivide la linea strategica dell’azienda legata ad un impegno sempre più concreto e importante nelle competizioni – continua la Ducati che – dopo aver recentemente rinnovato l’accordo con il pilota americano Nicky Hayden, sta completando la definizione della squadra che gareggerà nel Campionato del Mondo 2013, certi di poter contare su team e moto in grado di competere e misurarsi ai massimi livelli”.

Valentino Rossi dopo due anni  non facili alla Ducati tornerà alla squadra che ha contribuito negli anni scorsi a far crescere e vincere. “E’ con grande piacere che Yamaha Motor Co. Ltd conferma la firma di Valentino Rossi per il Team Yamaha Factory Racing MotoGP per il 2013 e il 2014″ ha annunciato la casa giapponese. Valentino Rossi era entrato a far parte della Yamaha nel 2004 e ha raggiunto quattro titoli di Campione del Mondo della MotoGP con la Yamaha YZR-M1 nel 2004 e 2005 e di nuovo nel 2008 e 2009. Ha vinto 46 Gran Premi con la Yamaha nel corso di un periodo di sette anni prima di lasciare alla fine della stagione 2010. Rossi, che è attualmente 8° con la Ducati nella classifica del campionato mondiale della MotoGp, farà coppia con Jorge Lorenzo che è l’attuale leader del Campionato del Mondo MotoGP 2012, con cinque vittorie nelle prime dieci prove del campionato.