Dalla gara di snorkeling nel fango alla corsa delle forme di formaggio. Dalla maratona delle lumache al lancio del black pudding, una sorta di dolce fatto con il sangue del maiale. Nel Regno Unito questo è anche l’anno delle Olimpiadi “alternative”. Così, mentre a Londra si disputano gli ultimi giorni di gara, un po’ in tutta la Gran Bretagna centinaia, se non migliaia di persone attenderanno gare e campionati mondiali di sport vecchi anche di 400 anni. Sull’argomento vengono scritti libri e organizzate conferenze. E comitive di inglesi, gallesi e scozzesi si spostano da una parte all’altra del regno per una giornata di festa in puro spirito “antiolimpico”.

Quasi 200 anni ha la gara di “rotolamento” del formaggio. La location è la Cooper’s Hill nel Gloucestershire, una collina dalla quale vengono fatte cadere delle forme di formaggio Gloucester. Una tradizione molto popolare e che richiede anche una certa abilità fisica. E una festa talmente partecipata che nel 2010 fu cancellata per il rischio di sovraffollamento. Obiettivo, lasciar cadere dalla collina una forma, correre verso il basso e cercare di riacciuffarla in pianura. Chi primo ci riesce viene incoronato vincitore. Il cibo continua a essere protagonista nel Lancashire, con il lancio del black pudding, che deve essere lanciato all’interno di un pub per fare in modo che rimanga attaccato al soffitto. Secondo la leggenda, lo sport venne inventato durante la Guerra delle Rose, quando le due contee interessate dai giochi finirono ogni tipo di arma in grado di uccidere. Così la battaglia si spostò sul piano della competizione scherzosa. Quest’anno si terrà nei primi giorni di settembre, in coincidenza con le Paralimpiadi. E, per l’occasione, sono previste medaglie di bronzo e di argento, l’oro è troppo costoso.

Poi, sono tante altre le Olimpiadi alternative di quest’anno. A Dorking, nel Surrey, si terrà il campionato di trasporto della moglie. Ogni marito dovrà portare sulle spalle la sua amata, in una corsa che non farà altro che rafforzare le unioni coniugali. Finito da poco, invece, a Congham, nel Norfolk, il campionato mondiale di corsa delle lumache, obiettivo arrivare primi, ma anche gli ultimi saranno premiati. Poi, ancora, il lancio dell’uovo sodo, il wrestling da combattere solo con l’uso dei piedi, la caccia al contadino, in cui bisogna correre in un campo di mais per acchiappare uno o più contadini nascosti fra le piante, o la caccia al lombrico, a Nantwich, nel Cheshire. Obiettivo, far uscire dal suolo, con ogni mezzo, il più alto numero di lombrichi possibile. Ma non solo attività fisica: questa estate, nel Regno Unito, e in particolare in Cumbria, si terranno anche le Olimpiadi del gurning: bisogna indossare un collare da cavallo e produrre le smorfie più brutte che si è in grado di fare. Una apposita giuria premia la faccia più ridicola, che, secondo la tradizione, ricorda le facce che facevano contadini e abitanti del posto quando dovevano mangiare mele di una particolare varietà molto acerba, per lunghi periodi l’unico pasto disponibile in tempi di carestia. Sempre sul fronte delle sfide che non richiedono attività fisica, e sempre in Cumbria, il campionato delle menzogne. In autunno a Santon Bridge vincerà chi riuscirà a spararla più grossa, ogni bugia è lecita.

Alcune località del Regno Unito si sono proprio specializzate in sport alternativi. Come Llanwrytd Wells, nel Galles, dove si tengono lo snorkeling nel fango, da fare muniti di regolare maschera e boccaglio, e la maratona di uomini contro cavalli, anche se finora, nelle ultime 30 edizioni, hanno sempre vinto gli animali, con l’eccezione di una sola volta. Ma ci sono anche le Olimpiadi del Cotswold, una regione inglese, organizzate per la prima volta da un avvocato del luogo, Robert Dover, nel 1612. Ogni anno migliaia di spettatori arrivano da ogni parte del mondo, per assistere a sport “normali” come la corsa corsa a ostacoli o il wrestling, ma anche sport più “particolari”, come ad esempio la gara di calci con gli scarponi chiodati. Vince chi resiste più a lungo, perde chi soccombe al dolore.