Il labrador Gina ha morso la testa di una medusa, avendola scambiata per una pallina di gomma rosa. È stata salvata dal veleno ingerito, perchè si trovava in vacanza presso lo stabilimento “Scogliera” di Alassio, dog-friendly e perciò già premiato dalla ex ministra Brambilla. Resterà a casa a “prendere le coccole dalla padroncina”, assicura il Corriere della Sera ( no, non la Gazzetta della Riviera), ma poi tornerà in acqua perchè “le piace molto nuotare”.

A proposito di animaletti cui piace molto nuotare, sempre sul Corriere della Sera così viene commentato il quinto posto della ventiquattrenne Federica Pellegrini nei 400 stile libero: “La prima tappa di un lungo (o breve che sia) addio”. La povera Federica viene chiamata “gatto di marmo”, accusata di essere carne da rotocalco e oblomoviana e col boy friend…

È molto pericoloso, nel nostro Paese, essere issati sull’altare dello Sport da Guardare (l’unica specialità praticata dalla maggior parte degli italiani): se per una volta non corrispondi al sogno che dovrebbe riscattare i primatisti del divano dalla loro noia sedentaria, ti scagliano nella polvere, con sospetta passione. Chissà se c’è un stabilimento “star friendly” per “coccolare” le campionesse olimpioniche fra una gara e l’altra.

Il Fatto Quotidiano, 31 Luglio 2012