Tempo di vacanze, tempo di partenze “intelligenti”… tutti il primo week end di agosto? Si prevedono code infinite, infinita noia e insofferenza per l’ambita meta estiva che non arriva più.

Non preoccupatevi: partite preparati e sarà tutto più leggero. Munitevi di una compilation di canzoni da cantare, anzi, da urlare. Pur essendo prevalentemente cantanti donne ad essere citate, l’esercizio non è solo per signore, vale anche il falsetto, ovvio. Anzi, più è esagerato, più ci piace. 

Si parte con Adele, “Don’t You remember“, così vi scende subito la lacrimuccia e vi rilassate.

Poi doppietta di Loredana Bertè: “E la luna bussò” e “Sei bellissima” (io di solito arrivo al ritornello e poi mi devo fermare perché mi commuovo troppo).

A questo punto siete scatenate, è il momento di salire di tonalità, è tempo di osare con Whitney HoustonThe greatest love of all“. Troppo? Va bene anche un classicone: “I will always love you”. Avete scaldato l’ugola, il ruggito, ce l’avete? Allora tocca a Gianna Nannini. Ma prima tirate giù il finestrino e cacciate fuori il gomito. Parte “Fotoromanza”, senza vergogna.

Siate all’apice della disinibizione, non vi ferma più nessuno: è tempo di “Maledetta primavera”. Di solito si balla ai matrimoni quando ormai l’open bar è terminato, ma in questo contesto ce la facciamo stare.

A questo punto però vi devo dividere: l’ultima parte vede da un lato la signorina single in partenza – che quest’estate faccio un casino – e dall’altra tutti quelli che, più generalmente proprio non ne possono più e devono scaricare il peso degli ultimi mesi.

Per le prime, potreste scegliere tra:

Alanis Morissette – Ironic, Sheryl Crow – If it makes you happy, Four Non Blondes – What’s Up, Carmen Consoli quasi tutto, e poi ovviamente Cindy Lauper – Girls just wanna have fun.

Per tutti gli altri, c’è l’imbarazzo della scelta…solo per citarne alcuni:

Oasis – Wonderwall, Nirvana – Smeel Like teen spirits, Blondie – Call me, Fun – We are young, Metallica – Nothing else matter….

Inizio a essere troppo impopolare, forse sono troppo revival, ma d’altra parte sono vicina all’essere una simpatica tardona, questo si era intuito. Unico inconveniente dell’operazione: può darsi che vi dimentichiate di avere passeggeri a bordo e che questi decidano di proseguire a piedi, ma sono certa che affronterete questa eventualità con coraggio.