Schermitrice, specialista nel fioretto, Giovanna Trillini ha vinto la medaglia d’oro individuale alle Olimpiadi di Barcellona del 1992 e tre ori consecutivi dal 1992 al 2000 nella prova a squadre. Sempre ai Giochi Olimpici ha vinto, a livello individuale, un argento (2004) e due bronzi (1996 e 2000). E in squadra un bronzo (2008). Ha inoltre conquistato 19 medaglie Mondiali e vinto quattro volte la Coppa del Mondo. Durante la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 è stata portabandiera azzurra.

Nome?
Giovanna Trillini

Età?
42 anni

Dove vivi?
Jesi

Professione?
Guardia forestale

Cantante e/o canzone preferita?
Fiorella Mannoia

Film, attrice e/o attore preferiti?
Jerry Lewis, in generale le commedie

Uno sportivo che ammiri del passato?
Carl Lewis

Uno sportivo che ammiri del presente?
Del Piero

La persona che stimi di più in assoluto?
I miei genitori

Programma tv preferito?
La Signora in Giallo, e i telefilm in generale

Che giornali leggi?
I quotidiani in genere

Il libro che stai leggendo, o l’ultimo letto?
L’ultimo della Litizzetto

Il sito internet che visiti di più?
Quello del conto corrente in banca

Dio esiste?
Speriamo

Allah esiste?
Per me no

Destra o sinistra?
Destra

Sei favorevole ai matrimoni omosessuali?
Né favorevole, né contraria

Cosa pensi del governo Monti?
Le stangate ce le ha date, ora aspettiamo gli aiuti

E’ stato giusto o sbagliato rinunciare alla candidature per Roma 2020?
Dal punto di vista sportivo un errore, dal punto dei vista dei conti si doveva fare. E’ stato un segnale dopo tutti gli sforzi chiesti agli italiani

Nello sport la crisi si sente?
Si sente sì

Nel tuo sport si sente?
Come dirigente cerco di non farla sentire

Ti preoccupa la crisi?
Sì, non mi rende felice

Per i tuoi figli?
Per il futuro sì

Una soluzione per la crisi?
Oltre a mettere le tasse, cominciare ad aiutare le aziende per restituire la fiducia e fare in modo che la gente possa ricominciare a lavorare

Fai la raccolta differenziata?

Prendi i mezzi pubblici?
No

Pratichi ancora sport?

Hai sacrificato qualcosa della vita per lo sport?
No, è stata una scelta e non un sacrificio

Cosa hai vinto?
Tutto

La tua vittoria indimenticabile?
Barcellona (medaglia d’oro sia nel fioretto individuale che a squadre ndr.), perché mi ha fatto conoscere agli italiani

La sconfitta più brutta?
Non c’è stata, le sconfitte sono tutte brutte

La vittoria di qualcun’altra/o che avresti voluto tua?
Nessuna. E’ giusto che chi ha vinto si tenga la vittoria. Posso ammirare ma non invidiare

Al tempo facevi sesso prima delle gare?
Dipende da dove erano le gare, se erano all’estero e il fidanzato era rimasto a casa sicuramente no

Esiste il doping?
Nella scherma esiste la battaglia al doping, ma non il doping

Più adesso o prima?
Siccome col tempo si specializza tutto, anche la battaglia al doping si è specializzata e i controlli sono più severi

Hai mai pensato di aver perso perché un tuo avversario si dopava?
No, nel mio sport no

Il tuo ricordo delle Olimpiadi?
Tutti bellissimi e stupendi. E’ come vivere in una favola: l’atmosfera del villaggio, poter convivere con gli altri atleti

Cosa è cambiato da allora ad oggi?
E’ stato sempre un evento sentito e importante. Dall’antichità ad oggi è cambiato moltissimo ma lo spirito olimpico si cerca sempre di mantenerlo tale

Cosa è cambiato negli atleti?
C’è più specializzazione e i Giochi sono preparati in maniera più dettagliata

Cosa ti aspetti da Londra 2012?
Mi auguro che le medaglie riescano ad essere di più, o almeno uguali alle spedizioni precedenti. Anche se non sarà così facile vista la crisi di cui abbiamo parlato prima