Un tubo da cui fuoriuscivano dei fili elettrici: è stato un bagnino a notare il “pacco bomba” sulla spiaggia di Ostia, sul lungomare delle Baleniere nel pomeriggio. Gli artificieri, arrivati sul posto, hanno escluso che potesse esplodere. Eppure il pacco bomba, conteneva vari elementi che avevano fatto scattare l’allarme: un telefonino, e dei tondini di ferro che avrebbero potuto rendere ancora più gravi gli effetti di un eventuale deflagrazione. Il cellulare avrebbe potuto rappresentare invece una sorta di innesco, ma solo se dentro ci fosse stata una scheda. ‘L’ordigno’ era contenuto in una busta trovata vicino alle cabine dello stabilimento balneare ‘El Capanno’: all’interno è stata trovata una minima quantità di polvere che si sta analizzando per capire se si tratti di materiale esplosivo. L’area è stata transenna e messa in sicurezza, anche se l’allarme è rientrato.