“La proposizione di un conflitto di attribuzione non determina alcun obbligo di sospensione e quindi le attivita’ che eventualmente dovessero essere svolte potrebbero essere svolte, indipendentemente da questa vicenda”. Lo ha detto il procuratore di Palermo Francesco Messineo al termine dell’audizione in commissione Giustizia alla Camera. “Ovviamente valuteremo se non si ponga l’opportunita’ di una sospensione ma non c’e’ alcun obbligo”, ha aggiunto. Poi il procuratore Messineo, ad una domanda del fatto.it se la Trattativa, sia dal suo punto di vista solo “presunta” o si sia realmente svolta, dice: “Sarei in contraddizione con me stesso se aggiungessi presunta. Abbiamo avviato un procedimento che e’ in fase di avviso di conclusione indagini basato proprio sull’ipotesi che la trattativa ci sia stata e sia stata reale. Non penso di poter concordare con quelli che parlano di presunta trattativa, salvo il successivo vaglio processuale”. Lo ha detto  al termine dell’audizione in commissione Giustizia alla Camera rispondendo a chi gli chiedeva se si sentisse di parlare ancora di ‘presunta trattativa’ tra Stato e Mafia  di Manolo Lanaro