Arrestato a Napoli il “re delle mozzarelle” Giuseppe Mandara con l’accusa di associazione per delinquere di stampo camorristico e reati in tema di tutela della salute pubblica. Mandara, altresì noto come “l’Armani della mozzarella”, è finito in manette nell’ambito dell’operazione “Bufalo” assieme al suo collaboratore più stretto, Vincenzo Musella. Ai domiciliari altri due dipendenti del gruppo caseario. La `Mandara Group Spa’ è finita nel mirino della Dda di Napoli perché il suo titolare avrebbe chiesto il finanziamento della camorra, circa 700 milioni delle vecchie lire, per costruire l’impero del formaggio. Secondo il Procuratore aggiunto Federico Cafiero de Raho, la società nel 1983 è stata costituita con il danaro dei La Torre di Mondragone, clan camorristico contiguo ai Casalesi. Tra i reati contestati anche la vendita di formaggi contraffatti Dop e di alimenti contaminati e nocivi