Direttamente dall’inferno. Sembra siano arrivati proprio da lì, Marilyn Manson e Rob Zombie, i due più importanti esponenti di un metal satanico che oltre a fondare un genere è diventato simbologia di una ribellione culturale, soprattutto statunitense, controcorrente e politicamente scorretta.

L’incontro tra i due cantanti darà vita a Twins of Evil, tour che partirà dall’Uprising Desert Festival il 28 settembre a Phoenix, poi si svilupperà in parecchie tappe statunitensi, in Gran Bretagna, in diverse capitali europee come Amsterdam, Vienna e Stoccolma, infine l’unico concerto italiano, il 12 dicembre 2012, all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna).

Curiosa l’idea di unire le due star del metal in unica serata. A quanto pare dovrebbe aprire Rob Zombie e a seguire Manson. Quest’ultimo presenterà i brani del suo nuovo album Born Villain pubblicato lo scorso 30 aprile. Tra le 14 tracce dell’ottavo album del cantante nato in Ohio 43 anni fa, c’è anche la cover You’re so vain suonata con tranquillizzante maestria insieme a Johnny Deep.

Rob Zombie, invece, porterà all’Unipol Arena i brani di Mondo Sex Head, l’album di remix che uscirà il 7 agosto prossimo. Fondatore degli White Zombie, il buon Rob ha trovato probabilmente più fama e successo come regista horror che come cantante alternative metal. Dopo La casa dei 1000 corpi, esordio luccicante nell’olimpo splatter senza auotolimitazione espressiva, arricchito da una colonna sonora dove Buck Owens incontra Muddy Waters, Zombie ottiene il successo anche di critica con La casa del diavolo, un sincero e sconvolgente racconto di inaudita e compiaciuta violenza dove lo steccato etico tra buoni e cattivi risulta in certi momenti moralmente aberrante.

Il concerto dei Twin of Evils inizierà alle 19. Prezzo del biglietto: 40 euro più prevendita per stare in piedi e 50 euro più prevendita in tribuna numerata. Disponibili su www.robzombie.com e www.marilynmanson.com a partire dalle ore10.00 del 18 luglio e tramite il circuito www.ticketone.it a partire dalle ore 10.00 del 20 luglio.