Dopo che l’incognita terremoto ha costretto gli organizzatori a spostare tutti i concerti al Motovelodromo, spostandoli dalla originaria location di piazza Castello, entra nel vivo Ferrara sotto le stelle edizione 2012. Travagliata, causa le allarmanti notizie della Commissione Grandi Rischi (arginate poi, se non smentite, dalla Protezione Civile) che nelle scorse settimane avevano parlato di una possibile riacutizzazione dell’attività sismica proprio nell’area della provincia di Ferrara. Così sono arrivate a singhiozzo le notizie degli spostamenti dei concerti e quella dell’annullamento dell’unica data italiana di Charlotte Gainsbourg, che avrebbe dovuto esibirsi lo scorso 25 giugno nell’unica data italiana.

I fan dei Kasabian possono invece stare tranquilli: la band di Leicester si esibirà regolarmente sabato 14 luglio al Motovelodromo. Tutto esaurito per il gruppo di Sergio Pizzorno e Tom Meighan, complice il tormentone di Goodbye Kiss,  Disco d’oro qui da noi: i Kasabian hanno scelto Ferrara come data d’apertura del loro tour italiano. Che sia un anno d’oro per la band inglese è fuori di dubbio: l’ultimo album, Velociraptor!, li ha fatto definitivamente uscire dai confini della madrepatria per proiettarli sullo scenario internazionale delle indie band più amate con il loro mix di pop, rock, elettronica e psichedelia e le più classiche influenze brit, dagli Oasis ai Led Zeppelin, passando per Pink Floyd, Beatles e Kinks. Tanto più che a consacrare definitivamente il loro passaggio ad una maturità artistica ormai indiscussa c’è pure l’uscita, freschissima (25 giugno) del Live at the O2, cd e dvd del concerto tenuto lo scorso 11 dicembre all’O2 di Londra, sold-out da 20mila spettatori.

Unica data italiana quella di Ferrara invece per la band indie folk statunitense dei Bon Iver: i fans di Justin Vernon e compagni potranno ammirarli giovedì 19 luglio sempre al Motovelodromo. Era il 2007 quando Vernon salì alla ribalta internazionale con l’album For Emma, Forever Ago, registrato in tre mesi di completa solitudine nella sua casa di campagna del Wisconsin. Album intriso di malinconia ed atmosfere rarefatte ed intimiste, seguito nel 2011 da Bon Iver, Bon Iver, vincitore ai Grammy nelle categorie miglior artista emergente e Best Alternative Music Album.

Tutte le informazioni sui concerti e le prevendite sono reperibili sul sito www.ferrarasottolestelle.it.