Il tesoro piazza 7,5 miliardi di Bot annuali. Scende il rendimento, al 2,697 per cento, il più basso da maggio scorso. La domanda ha superato di circa 4 miliardi l’offerta, con richieste per 11,595 miliardi. Ora l’attesa è per l’importante test di domani quando il Tesoro metterà sul mercato Btp fino a un massimo di 5,25 miliardi di euro. 

Intanto lo spread è alto (455 punti) ma in discesa dai livelli allarmanti dei giorni scorsi quando ha toccato picchi intorno ai 480 punti. Oggi il differenziale fra Btp e Bund ha aperto a 448 punti ed è poi salito fino a toccare quota 456, con il rendimento del Btp a 10 anni in calo al 5,7 per cento. Si riduce anche il differenziale tra i decennali spagnoli e tedeschi che scende a 518 punti e il tasso dei Bonos cala al 6,4 per cento.

Per quanto riguarda le Borse europee hanno aperto tutte in calo e il trend negativo continua per tutte intorno alle 11.45, esclusa Atene che guadagna lo 0,6 per cento. Milano in rosso dell’1,03 per cento, superata solo da Madrid con ribassi dell’1,52 per cento. Francoforte e Londra lasciano sul campo lo 0,75 per cento, mentre Bruxelles Amsterdam e Copenhagen sono in perdita di circa mezzo punto percentuale. Piazza Affari e le altre Borse del Vecchio continente risentono delle perdite di Wall Street e Tokyo, dove è prevalsa l’incertezza sulla possibilità che la Fed statunitense possa lanciare nuove misure di stimolo all’economia.