Una condanna a 8 mesi per resistenza a pubblico ufficiale, questa è la prima sentenza del Tribunale di Torino per i processi che vedono coinvolti gli attivisti NoTav. Marianna Valenti, studentessa ventenne, era stata arrestata il 9 settembre 2011 durante una manifestazione, assieme a lei venne incarcerata anche Elena Garberi. Quest’ultima è stata processata e assolta da tutte le accuse. Il legale della difesa Gianluca Vitale annuncia il ricorso per la Valenti e sottolinea come il Tribunale non abbia accettato la tesi della Procura sul concorso morale: “Secondo la Procura essere lì in quei momenti costituiva reato, cioè se qualcun altro tirava le pietre anch’io che ero lì in quel momento dovevo rispondere dello stesso reato” e continua “chi è lì manifesta il proprio pensiero, se qualcun altro commette dei reati ne risponderà”. Intanto a poche aule di distanza, sempre presso il Palazzo di Giustizia, procede l’udienza preliminare contro i 45 attivisti accusati delle violenze della scorsa estate  di Cosimo Caridi