Roberto Baggio come Pep Guardiola. Ne è sicuro Antonio Caliendo, lo storico procuratore del Divin Codino da Caldogno, oggi nuovo consulente del Modena Calcio. “Sto cercando in qualche modo di avere un colloquio con Baggio”, ha spiegato Caliendo a Radio Sportiva, “Conoscendolo, lui dovrebbe fare la stessa carriera di Guardiola. Modena poteva essere una palestra di allenamento per potersi presentare poi al pubblico del calcio a livello mondiale”

“O mi manda all’altro mondo”, ha chiosato l’ex procuratore del fantasista, “oppure accetta la mia proposta ridendo, ma pur sempre con serietà, per sedersi umilmente sulla panchina del Modena. Roberto muove le folle, ma non è uno che si muove allo sbaraglio”.

Certo per il Modena Calcio nell’anno del centenario, e dopo dieci anni di travagliata serie B, sarebbe davvero un colpaccio. Senza dimenticare la possibile rivalità che subito scaturirebbe sull’asse della via Emilia con i cugini rossoblu: Baggio ha vestito la maglia del Bologna Fc nella stagione 1997-98 chiudendo l’anno con 22 gol, la miglior prestazione di sempre in Serie A per il bomber, compresi gli anni della Juventus (21, nel 1992-93) e della Fiorentina (17, 1989-90)