“Non solo un treno” è il libro scritto a quattro mani da Marco Revelli, sociologo, e Livio Pepino, magistrato. Quest’ultimo racconta:  “Il titolo viene da una battuta che ho sentito per radio: pensavo fosse Crozza, solo il giorno dopo ho scoperto che era il suo imitatore, il segretario del PD”. Per presentare questo volume ad Avigliana, roccaforte NoTav, c’è anche Sabina Guzzanti che sottolinea il ruolo simbolico della vicenda dell’alta velocità in Italia:  “Ci dovrebbero essere molti altri territori come questo, con i cittadini a difesa del posto dove vivono”. Ancora più duro Revelli che dice: “C’è un grumo d’interessi, sono sempre gli stessi Impregilo, Fiat, gruppo Gavio, i Ligresti, Banca Intesa che hanno investito su questo progetto e non sentono ragioni” di Cosimo Caridi