La Polizia di Piacenza ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di un insegnante ritenuto responsabile di aver compiuto atti sessuali con ragazze minorenni. La Squadra Mobile di Piacenza, spiega una nota, insieme al personale della Polizia Postale e delle Comunicazioni, dopo una complessa e delicata indagine, ha accertato che l’insegnante proponeva tramite Facebook incontri di natura sessuale con alunne in cambio della sufficienza o voti migliori nella propria materia.

Gli investigatori hanno anche accertato che già in precedenza l’insegnante aveva tentato un simile approccio con un’altra sua alunna minorenne; la proposta era stata rifiutata dalla studentessa che, sempre attraverso lo stesso social network, aveva subito minacce nel caso non avesse riferito alle sue compagne, con le quali si era confidata, di aver male interpretato le sue richieste.