In clima pre-partita e con gli italici entusiasmi alle stelle per la sfida con la Germania che ha il suo solito sapore di rivincita e riscatto c’è spazio anche per questo stravagante omaggio ad uno degli uomini simbolo della nazionale azzurra. Un gigantesco ritratto di spalle di Mario Balotelli, dell’artista Dario Gambarin.

Niente di particolarmente strano se non fosse che il profilo dell’azzurro è stato disegnato con un bivomere montato su un trattore da 150 cavalli. Un aratro al posto del pennello, campi di grano al posto delle tele, secondo i dettami tecnici della land art. Gambarin, veronese di nascita ma residente a Bologna da oltre vent’anni, non è nuovo a queste performance: in passato aveva ritratto personaggi come Obama e Mandela. Il ritratto di Balotelli, realizzato a Castagnaro vicino a Verona su un terreno di 27mila metri quadrati, vuol essere un omaggio alla nazionale italiana. “Volevo fare un omaggio agli azzurri, tutti, senza distinzioni, ma la cresta bionda di Balotelli sembra fatta apposta per essere riprodotta su un campo di grano trebbiato”.