Il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, sulle intercettazioni che tornano nel calderone della polemica politica dichiara in video a ilfattoquotidiano.it: “Io ho fatto voto di non parlare più della materia delle intercettazioni, perché trovo paradossale che in questo Paese ogni volta che i giornali pubblicano una paginata di intercettazioni, tutti si stracciano le vesti, dicendo  – afferma – che bisogna intervenire e poi passata la buriana tutto ritorna come prima. O se ne parla per non fare nulla oppure – conclude –  se il Parlamento ha la forza passi dalle parole ai fatti sennò smettiamo di stracciarci le vesti” di Manolo Lanaro