Ospite della trasmissione radiofonica “La Zanzara”, in onda su Radio 24, don Tonino Manca, il frate che ha interrotto il comizio di Beppe Grillo ad Alghero, è un fiume in piena contro il comico genovese: “Grillo è un imbonitore e un maleducato. Mi dice che spaccio? Ma è roba da pazzi! E’ una cosa molto seria, io non gli dò troppa importanza, altrimenti questa sarebbe roba da denuncia. Lo sa che mi ha telefonato stasera? Don Pierino Gelmini, che per me è padre, fratello e maestro. Abbiamo parlato mezz’ora e mi ha detto: Figlio mio, ti abbraccio”. E ancora su Grillo dichiara: “Ciò basta per capire lo spessore di questo “attrezzo”… non saprei come altro definire uno fa il cabarettista e presume di fare politica con quegli spettacoli, con gli eventi drammatici che stiamo vivendo in questi giorni come il terremoto “. Fomentato dal conduttore, Giuseppe Cruciani, che si è concesso un lungo monologo contro i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, don Tonino Manca rincara la dose: “I 5 Stelle? Stelle de che? Un alcolizzato può vedere 5 stelle, vede stelle dappertutto”. Il frate ribadisce quanto detto sul palco di Alghero: “Nonostante Grillo, l’Italia si sfalderà. La storia lo confermerà. Le marionette passano nella storia, ma chi ha i calli nelle mani e nell’anima no” E conclude: “Grillo è così simpatico che, se lo vedo in tv cambio canale, guardo i cartoni animati. La storia secondo cui ci siamo conosciuti al Rock Cafè? Top secret”