Avanspettacolo. Berlusconi, comodamente seduto nella nursery del Parlamento, gioca a monopoli: perché io i soldi se proprio li volete, ve li stampo. Berlusconi alla bruttina della classe, già definita in-trombabile e culona, a metà di una merenda-stampa: escici tu dall’euro, se proprio vuoi, che io della mia moneta faccio quel che mi pare (ciao ciao, cucù).

Berlusconi ai suoi amichetti, sempre meno numerosi: noi siamo un mono-lite (che non è un bisticcio unico, ma un blocco roccioso tutto d’un pezzo), tutti insieme, cazzuti e contenti. Diaspora & avanspettacolo: Stracquadanio, detto la mente del Predellino, l’aspirante irresponsabile Sardelli, l’avvo-deputato Pecorella e l’immarcescibile Follini sono stati avvistati in zona Montezemolo. Tentavano di farsi prendere a bordo del megayacht ItaliaFutura, giusto per appesantirlo con la zavorra di un bel po’ di passato. Ma sono stati gettati fuori bordo.

Stanno nuotando in tondo, come gli squali, che non si possono fermare. Non sono soli. Nel braccio di mare che va dalle scorse amministrative alle prossime politiche, sono in parecchi a nuotare in cerca di un porto franco, di una lista civica, di un movimento anche gonfiabile , su cui issare le proprie carni frolle. E garantirsi un altro posto al sole.

Il Fatto Quotidiano, 3 Giugno 2012