C’è una storia  in questi giorni che spiega bene come i soldi pubblici ci sarebbero se non finissero sempre nelle tasche di qualcuno: soldi pubblici, tasche private. I protagonisti sono tre vecchi amici: Roberto Formigoni, da 17 anni governatore della Lombardia, Pierangelo Daccò, consulente di cliniche private convenzionate con le regioni, e Antonio Simone, ex assessore regionale della Dc nella prima repubblica e oggi anche lui consulente privato insieme a Daccò.