L’ex presidente della Banca Popolare di Milano Massimo Ponzellini si è dimesso da presidente di Impregilo. Il dirigente d’azienda si trova agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta milanese su finanziamenti sospetti e presunte mazzette per 5,7 milioni di euro. A dare notizia delle dimissioni la stessa impresa di costruzioni. L’azienda ha peraltro oggi sofferto molto in Borsa con ripetuti ribassi verosimilmente proprio dopo la notizia dell’arresto di Ponzellini.

Le dimissioni – spiega Impregilo – sono state motivate dalla volontà di Ponzellini “di consentire alla società di continuare a operare con grande trasparenza in tutti i mercati, evitando possibili strumentalizzazioni, anche indirette, con le vicende giudiziarie che lo hanno coinvolto in questi giorni per fatti attinenti a un altro incarico professionale ricoperto in passato”. Ponzellini si è dimesso sia dalla carica di presidente sia da quella di consigliere d’amministrazione.